Il 3 ottobre al teatro Splendor la prima cerimonia per salutare la maturità civica dei neo-maggiorenni

Condividi

Con una deliberazione la Giunta ha approvato l’organizzazione di un evento per salutare l’ingresso nell’età “adulta” dei ragazzi che compiono 18 anni nel 2021 residenti nel territorio comunale.
In particolare, la “maturità civica” dei neo-maggiorenni sarà festeggiata il prossimo 3 ottobre alle 16,30 nel teatro Splendor, in concomitanza con la celebrazione della settima edizione #DonoDay2021 promosso dall’Istituto Italiano della Donazione (IID), che ha fortemente voluto la legge “Giorno del Dono” e al quale il Comune di Aosta ha già aderito in qualità di partner negli anni scorsi.

L’appuntamento, realizzato con il CSV Onlus - con cui sarà stipulato un accordo di collaborazione - prevede gli interventi del sindaco Gianni Nuti e del presidente del CSV, Claudio Latino, seguiti da uno show-intervista al matematico, cantante e showman Lorenzo Baglioni dal titolo “Io, webstar tra numeri, musica e ironia”.
Ai ragazzi intervenuti saranno anche presentate le opportunità di impegno solidale in Valle d’Aosta, in Italia e in Europa attraverso un incontro con il responsabile area Europa di Csvnet Niccolò Triacca.
Inoltre, tutti i neo-maggiorenni riceveranno una copia della Costituzione della Repubblica italiana e una dello Statuto speciale per la Valle d’Aosta, la conoscenza dei quali è imprescindibile condizione per radicare una coscienza dell’appartenenza alla comunità.

«Crediamo – commenta il sindaco Gianni Nuti – che il futuro rappresentato dalle giovani generazioni potrà assumere contorni positivi quanto più saremo in grado di far sentire i ragazzi partecipi della comunità in cui vivono, rendendoli promotori convinti dei loro diritti e dei loro doveri, e rafforzandoci con le energie e le idee di cui sono felicemente “portatori sani”.
In questo senso, abbiamo ritenuto fondamentale promuovere una cultura della cittadinanza attiva e della partecipazione democratica anche attraverso la celebrazione dell’ingresso formale dei neo-maggiorenni nel consesso sociale, approfittando dell’occasione per diffondere messaggi di incoraggiamento a coltivare attivamente senso civico e cultura della solidarietà fin dal conseguimento della maturità civica».

13 settembre 2021 - 18:07
FM
Condividi